28 novembre - 19 Dicembre 2022

Approccio di genere nella cooperazione internazionale 2022

Un corso per approfondisce l'approccio di genere, con l'obiettivo di assicurare che tutte le attività di cooperazione tengano in considerazione questa dimensione.

Questo modulo fa parte del percorso
Lavorare nella cooperazione internazionale


COSA IMPARERAI
  • Consapevolezza e analisi dell’identità di genere e della dimensione di genere del contesto operativo
  • Conoscenze su norme, politiche e programmi a livello nazionale e internazionale in materia di genere nei diversi settori della cooperazione
  • Competenze e abilità pratiche utili per la pianificazione e la realizzazione di progetti di cooperazione che prevedano il gender mainstreaming o abbiano uno specifico focus di genere

DOCENTI
Luisa Del Turco

Luisa Del Turco

Consulente internazionale politiche di genere

Da oltre 20 anni svolge attività di formazione e advocacy e consulenza in Gestione dei conflitti e Interventi di pace, collaborando con Università, Centri di ricerca e Organizzazioni non-profit.

Dal 2014 è Direttrice di Centro Studi Difesa Civile-APS. Esperta Donne, Pace e Sicurezza è iscritta al roster di esperti dedicatodel MAECI, ed ha contribuito attivamente alla definizione delle politiche nazionali in materia.

E’ autrice di articoli e saggi su tematiche legate alla Pace e alla Sicurezza internazionali e all’approccio di genere in situazioni di conflitto e post-conflitto. Vai al profilo completo.


DESCRIZIONE

La considerazione delle differenze tra uomini e donne in merito a esperienze, bisogni, potenzialità, ruoli familiari e sociali ha portato negli ultimi decenni all’introduzione dell’approccio di genere nel settore della cooperazione internazionale nei suoi diversi ambiti: prima nelle azioni a lungo termine (sviluppo, tutela dei diritti umani), quindi nell’azione di emergenza e nelle attività di prevenzione e post-conflitto (peacebuilding), più di recente nella risposta ai disastri.

La comunità internazionale nel suo complesso (Nazioni Unite, Organizzazioni regionali, Stati, Organizzazioni Non Governative) è oggi impegnata nello sviluppo e nell’attuazione di norme, politiche e programmi finalizzati non solo a garantire alle donne una protezione specifica da violenze e abusi e la loro piena partecipazione nei vari ambiti, ma anche ad assicurare che tutte le attività di cooperazione tengano in considerazione la dimensione di genere.

Competenze e capacità specifiche per l’applicazione di un approccio di genere rappresentano dunque oggi un requisito indispensabile per la realizzazione di un’azione sul campo efficace e sostenibile, adeguata a criteri e standard internazionali.

Il corso si propone di rispondere ai bisogni formativi che derivano da questa evoluzione. Il percorso formativo ha carattere multidisciplinare ed è articolato in sessioni tematiche. La prima a carattere generale illustra gli strumenti di base per l’utilizzo dell’approccio di genere. Le seguenti sessioni sono dedicate all’applicazione degli strumenti nei diversi settori specifici (sviluppo, diritti umani, pace e sicurezza), con illustrazione di norme, politiche e pratiche con analisi di casi concreti.


A CHI SI RIVOLGE QUESTO CORSO

Il corso è rivolto a quanti operano e/o intendono operare nel settore della cooperazione internazionale fornendo conoscenze e competenze utili per la qualificazione/aggiornamento delle professionalità già esistenti (operatori dello sviluppo, operatori umanitari e di pace, attivisti dei diritti umani) e per la formazione di nuovi profili professionali (gender focal point/adviser).

Per partecipare, è consigliata la conoscenza preliminare del sistema di cooperazione nei suoi elementi di base (attori, normativa, ambiti di intervento), che verranno comunque richiamati lungo il percorso formativo.


CHE TIPO DI IMPEGNO È RICHIESTO?

Perché tu possa beneficiare appieno del corso e dell’interazione con gli altri partecipanti, è necessario disporre di una certa flessibilità e disponibilità di tempo nelle settimane del corso per poter svolgere le esercitazioni intrasessione.

Oltre alle 8 ore di lezione, è richiesto un impegno di circa 6 ore per lo svolgimento di esercitazioni e approfondimenti individuali e/o di gruppo da svolgersi tra una sessione e l’altra.


PROGRAMMA

Il programma dettagliato di ogni lezione potrebbe subire delle modifiche, in accordo con le esigenze formative del gruppo

Strumenti: applicare la lente di genere alla cooperazione internazionale

  • Concetti e definizioni (sesso e genere)
  • Elementi di analisi (i vari aspetti dell’identità di genere, intersezionalità)
  • Attori e tipologie di intervento (da gender blind a gender redistributive)
  • Maintreaming di genere all’interno dell’organizzazione

Genere e sviluppo

  • Dati e strumenti
  • Evoluzione dell’approccio (da welfare a gender mainstreaming/empowerment)
  • Analisi di genere (frameworks e indicatori)
  • Casi di studio

Genere e diritti umani

  • Diritti Umani e diritti delle donne
  • Evoluzione del quadro normativo (dalla CEDAW a alla convenzione di Istanbul)
  • Violenza di genere: prevenzione e contrasto
  • Casi di studio

Genere, pace e sicurezza

  • Protezione generale e specifica delle donne in aree di conflitto
  • Approccio di genere in situazioni di conflitto: Prevenzione, Protezione Partecipazione
  • L’agenda internazionale e i Piani Nazionali Donne Pace e Sicurezza
  • Casi di studio

GUARDA L’INTERVISTA AL DOCENTE

Il corso è promosso da:

Dal 28 novembre al 19 Dicembre 2022 Il martedì dalle 18 alle 20

include
  • 8 ore di formazione in diretta online
  • 6 ore di approfondimento e esercitazioni individuali/di gruppo
  • Gruppo privato del corso
  • Attestato di Frequenza e Badge sulle Competenze acquisite