Online la mappa del non profit italiano

Mappa del Non Profit

È online sul sito di Italia non profit la mappa del non profit e dell’attivismo. Grazie alle migliaia di enti iscritti al programma Trasparenza, al RUNTS e ad altri registri pubblici e privati, è riuscita a rendere visibile e accessibile circa il 90% (più di 318mila) delle organizzazioni non profit sul territorio italiano.

La piattaforma è gratuita per tutti: sia per gli enti non profit che la popolano, sia per le persone che la navigano. Oggi propone alcune funzioni di base: georeferenziare gli enti vicini a chi la consulta in qualsiasi luogo si trovi, inoltre si propone di aiutare i visitatori a capire dove e come fare volontariato, donare vestiti e alimenti, e più in generale attivarsi. Su Italia non profit promettono che:

“Crescerà velocemente per rispondere sempre meglio alle esigenze delle persone”.

Quattro valide ragioni per iniziare a usarla:

  • Nasce per aiutare chi lavora nel non profit, chi è attivista e volontario da anni e chi vorrebbe diventarlo.
  • Nasce ed evolverà anche per orientare chi ha bisogno di aiuto. Una prima anticipazione di questa funzionalità in fase di ulteriore implementazione è visibila in questa sezione in costruzione.
  • Nasce per attrarre risorse sul Settore e alimentare la fiducia di cittadini, aziende e istituzioni.
  • Nasce per dare uno spazio di riconoscimento e visibilità agli oltre 300mila enti sul campo, che ogni mattina si alzano e provano a cambiare il mondo, un pezzo alla volta, a volte riuscendoci e a volte fallendo. Perché questo insieme di puntini, se visto nel complesso, è più forte!

Sul sito di Italia non profit, inoltre, vengono segnalati gli enti e le reti nazionali che stanno aderendo numerosi per arricchire la mappa in tempo reale.

Articolo pubblicato aderendo alla Giornata nazionale dell’informazione costruttiva 2024 #GNIC2024

Related Articles

Gli Open Digital Badge come risposta al moltiplicarsi dei corsi online

Gli Open Badge sono delle schede elettroniche sotto forma di immagine, condivisibili e contenenti una serie di metadati legati all’ente di formazione, al corso seguito e soprattutto alle conoscenze e capacità acquisite. Il loro compito è quello di attestare le competenze, attraverso una serie di evidenze (output) riconosciute da uno standard condiviso.

Sette ingredienti per un buon fundraising

Dà gambe alla mission delle organizzazioni non profit (ONP), permettendo loro di andare lontano e di raggiungere gli obiettivi: è il fundraising. Una professione in…