Le Solar Sister “illuminano” l’Africa

SolarSister

Solar Sister è un’impresa sociale che permette alle donne africane di avviare la propria attività, partecipando contemporaneamente al cambiamento energetico. Per la sua capacità di incidere su più obiettivi di sviluppo sostenibile (SDG 5 – uguaglianza di genere, SDG 10 – riduzione delle diseguaglianze e SDG 13 – combattere il cambiamento climatico) viene citata come buona pratica nella ricerca “The role of ICT in achieving SDGs in countries with low digital infrastructure”.

Solar Sister è stata fondata nel 2010 dalla statunitense Katherine Lucey, che dopo aver lavorato per 20 anni a Wall Street, sviluppando soluzioni finanziarie su misura per il settore energetico, sente il bisogno di generare un vero impatto sulla società. Parte per l’Uganda con l’associazione Solar Light for Africa e ha modo di toccare con mano le condizioni di povertà energetica in cui vivono le comunità locali.

Oltre 600 milioni di persone nell’Africa subsahariana vivono senza elettricità e circa 940 milioni dipendono da combustibili nocivi, come legna da ardere e carbone per cucinare (fonte: Africa Energy Outlook 2022). Quasi 490mila morti premature all’anno nell’Africa subshariana sono legate all’inquinamento atmosferico domestico dovuto alla mancanza di accesso a impianti di cottura puliti, e le donne e i bambini sono i più colpiti.

Per colmare la grave mancanza nella distribuzione delle moderne tecnologie energetiche agli strati sociali più bassi che popolano le zone rurali, dove le donne rappresentano la maggior parte del mercato, Katherine fonda Solar Sister.

L’obiettivo è espandere la distribuzione di energia pulita (iniziando con le tecnologie a energia solare e aggiungendo successivamente le stufe pulite), con particolare attenzione alle donne imprenditrici nelle comunità dell’ultimo miglio.

Come si legge sul sito, Solar Sister definisce le comunità dell’ultimo miglio in base a tre fattori interconnessi: mancanza di accesso alla rete elettrica, economie a basso reddito o stagionali e geografia remota o isolata.

Solar Sister ha avviato la propria attività nel 2010 con 10 imprenditrici. Da allora, attraverso la sua attività di coaching, training e mentor, ha formato quasi diecimila donne imprenditrici, che hanno fornito più di 400mila lampade solari e altri prodotti energetici puliti a oltre un milione e mezzo di persone in Uganda, Nigeria e Tanzania (dove il progetto è stato replicato rispettivamente a partire dal 2012 e dal 2013).

Related Articles